Federico Ginato

Navigation Menu

BPVI – APPROVATO ODG PER ACCERTAMENTO RESPONSABILITÀ E RISARCIMENTI

Posted by on 29, giu, 2016 in sulla Stampa | 0 comments

Chi ha sbagliato o chi ha agito illegalmente deve pagare, e pagare in proporzione ai danni e al dolore causato. Ed è giusto che chi è stato truffato venga rimborsato. C’è per questo il bisogno urgente di rafforzare l’azione di quelle procure che stanno indagando su ipotesi di truffe e dolo ai danni di centinaia di migliaia di azionisti. Solo così, con interventi concreti che garantiscano giustizia a quanti oggi stanno pagando sulla loro pelle le conseguenze di possibili meccanismi fraudolenti, possiamo ricostruire quel rapporto di fiducia che deve essere alla base di qualsiasi cammino futuro. Basta quindi con le banche in mano a banchieri che si fanno pagare milioni di euro senza produrre risultato e apriamo la strada per una finanza orientata al bene comune”.

È questo l’appello che ho lanciato ieri nell’Aula della Camera durante la discussione sul decreto banche. Parole che hanno trovato poi un primo risultato grazie all’approvazione di un ordine del giorno a prima firma Rubinato-Ginato e sottoscritto da altri deputati veneti.

Un passaggio importante perché chiede impegni mirati e concreti al Governo rispetto alle vicende della BpVi e di Veneto Banca. Impegni sia nell’accertamento delle responsabilità che nel sostegno a investitori e imprese. Al Governo chiediamo di attivarsi perché vengano accertate le responsabilità su quanto accaduto, anche rafforzando le risorse umane e strumentali necessarie all’operatività degli uffici giudiziari e istituendo una commissione parlamentare d’inchiesta o di indagine. Chiediamo poi di assumere le iniziative opportune a tutela delle imprese esposte al fine di salvaguardare la continuità del sistema produttivo veneto e non solo, anche attraverso meccanismi di garanzia e co-garanzia. Va infine valutata la possibilità di estendere in futuro l’operatività del fondo di solidarietà istituito per l’erogazione di prestazioni in favore degli investitori nei quattro istituti bancari in liquidazione, nonché i meccanismi di indennizzo previsti in presenza di situazioni analoghe, anche agli investitori in altri istituti bancari che siano vittime di meccanismi fraudolenti.

Read More

VALDAGNO – MANIFESTAZIONE A DIFESA DEL PUNTO NASCITE

Posted by on 27, giu, 2016 in sulla Stampa | 0 comments

fg_punto_nasciteSabato mattina ho partecipato alla manifestazione promossa a Valdagno a difesa del punto nascite dell’ospedale San Lorenzo. Ho voluto esserci per ribadire quello che ho già detto in passato: la Regione deve valutare tutte le ipotesi possibili prima di procedere allo spostamento dei reparti. La chiusura del punto nascite di un ospedale terminato solo nel 2004 sarebbe infatti un vero e proprio inno allo spreco. La partecipazione di tantissimi cittadini e le migliaia di firme raccolte sono il segno di una richiesta forte, che viene dal territorio e che deve essere ascoltata. C’è una decisione da prendere e spetta al presidente Zaia. Se ne assuma la responsabilità coinvolgendo nel processo le realtà della Valle e spiegando il perché delle scelte. Senza cercare scuse o giocare allo scaricabarile.

Read More

BPVI – PIÙ RISORSE AL TRIBUNALE PER VELOCIZZARE GLI ESPOSTI

Posted by on 22, giu, 2016 in sulla Stampa | 0 comments

FG_tribunale_ridottaNel fine settimana, assieme alla senatrice Rosanna Filippin, ho annunciato un’interrogazione che chiede più risorse per il tribunale di Vicenza in modo da velocizzare l’esame degli esposti dei soci che hanno denunciato irregolarità. In questi giorni la finanza è tornata negli uffici della Banca ed è un positivo segnale che la Procura sta accelerando le indagini. Già da tempo sto chiedendo inoltre che la Banca aumenti le riserve destinate alle cause in modo da poter rispondere positivamente alle richieste di rimborso. C’è infine l’azione della responsabilità. Il fondo Atlante ha già annunciato che il nuovo cda della Popolare di Vicenza provvederà ad avviarla; dispiace che anche in Veneto Banca si debba attendere lo stesso Fondo per ottenerla….dai vecchi soci nulla è pervenuto.

 

Questo il comunicato stampa

Giustizia e BpVi – Filippin e Ginato: “Misure straordinarie per velocizzare le cause. Si avviino forme di risarcimento”
I parlamentari dem hanno incontrato il presidente del tribunale Rizzo e annunciano un’interrogazione.

Forme di risarcimento ai vecchi soci e più personale in tribunale per accelerare le cause: sono queste le due richieste che arrivano dai parlamentari del PD Federico Ginato e Rosanna Filippin che stanno per presentare un’interrogazione alla Camera e al Senato per chiedere un potenziamento del tribunale cittadino, anche a seguito delle numerose cause presentate dai soci della BpVi. In questi giorni i due parlamentari hanno incontrato il presidente del tribunale ribadendogli il loro sostegno per la struttura.

Read More

VALDAGNO – PUNTO NASCITE, REGIONE SI PRENDA RESPONSABILITÀ DELLA SCELTA

Posted by on 16, giu, 2016 in sulla Stampa | 0 comments

valdagno_ospedale_san_lorenzoLa decisione sulla riorganizzazione dei reparti e sul punto nascite dell’ospadale di Valdagno spetta alla Regione. Zaia ha chiamato in causa il Governo per il limite dei 500 parti ma si è dimenticato di dire che questa soglia non vale per la struttura valdagnese essendo questa dichiarata ospedale di montagna. Se si chiude il punto nascite di Valdagno non è quindi per una scelta del Governo. E comunque già in passato si sono chiusi punti nascite, come quello di Noventa, che superava ampiamente i 500 parti. Zaia ha detto anche che cercherà di capire se ci sono altre soluzioni. Bene: prenda allora in mano la proposta fatta dai sindaci della Valle e parta da quella visto che non era stata presa in considerazione dalla Conferenza dei sindaci. Quest’ultima, è poi giusto ricordarlo, non ha potere di decisione ma dà solo un parere. Il presidente Zaia si prenda quindi la responsabilità di una scelta che spetta alla Regione e non ad altri. Ribadiamo quanto già abbiamo chiesto, e quanto chiedono da tempo gli amministratori e i cittadini: se si decide di chiudere uno dei due punti nascite lo si faccia valutando davvero tutte le proposte.

Read More

RECOARO – NESTLÈ-SAN PELLEGRINO FACCIA CHIAREZZA E RASSICURI IL TERRITORIO

Posted by on 13, giu, 2016 in sulla Stampa | 0 comments

Nei giorni scorsi i sindacati hanno lanciato un appello sull’importanza di  salvare i marchi “Gingerino” e “Acqua brillante” nell’ambito della possibile vendita dello stabilimento di Recoaro da parte della proprietaria Nestlè-San Pellegrino. Ho manifestato subito la mia disponibilità per sostenere la richiesta di chiarezza che viene avanzata alla proprietà. Una richiesta legittima che guarda alla tutela di marchi che fanno parte della storia del paese, ma anche alla difesa del presente e del futuro dello stabilimento e dei lavoratori.

Al territorio devono essere per questo date le giuste rassicurazioni sul fatto che gli investitori garantiranno le produzioni in essere e i livelli occupazionali e, ci auguriamo, anche prospettive di sviluppo ulteriore per marchi il cui valore è stato creato e costruito nel tempo.

L’auspicio è quindi che si apra subito un dialogo chiaro e trasparente, anche per evitare che si ripeta quanto purtroppo avvenuto con la gestione delle Terme che ha visto frustrata una disponibilità che si era alzata dal territorio.

Read More

VALDAGNO – LA REGIONE VALUTI TUTTE LE SOLUZIONI SUL PUNTO NASCITE

Posted by on 24, mag, 2016 in sulla Stampa | 0 comments

valdagno_ospedale_san_lorenzoIeri, assieme alla collega Daniela Sbrollini, ho fatto visita all’ospedale San Lorenzo di Valdagno. Prima di essere accompagnati nei diversi reparti, abbiamo incontrato il sindaco Giancarlo Acerbi, l’assessore Liliana Magnani e i consiglieri comunali Martino Gasparella, Sergio Sandri e Giuseppe Ciambrone, che ci hanno illustrato le preoccupazioni dei Comuni e dei cittadini della Valle sul possibile spostamento del punto nascite.

È mia volontà seguire da vicino l’evolvere della situazione e credo che sia legittima e giustificata la richiesta che viene fatta alla Regione di valutare anche l’ipotesi di un possibile accorpamento del punto nascite a Valdagno e dello spostamento di ortopedia ad Arzignano. La Regione deve assumersi la responsabilità di una scelta che le spetta. E deve farlo valutando tutte le soluzioni nella massima trasparenza, coinvolgendo e ascoltando i territori e promuovendo un’ampia discussione nelle comunità perché siano chiari ai cittadini i pro e i contro delle diverse strade.

Soprattutto quando si parla di salute serve chiarezza e le decisioni vanno prese con l’obiettivo primario di assicurare a tutti i cittadini un sistema di servizi di assistenza e cura efficiente e di qualità, in grado di rispondere al meglio alle esigenze di tutto il territorio.

Read More